Altro

3 Superfood nel mondo

3 Superfood nel mondo


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Dovresti incorporare questi alimenti nella tua dieta

La curcuma è un superalimento ed è spesso un ingrediente del curry indiano.

Salmone, mirtillie i broccoli sono tutto supercibi Gli americani conoscono e amano. Ma che dire dei supercibi usati come ingredienti primari nelle cucine di altre culture? Espandi i tuoi orizzonti e prova a incorporare questi supercibi nella tua dieta per un pasto completo e nutriente.

Ceci

I ceci sono un ingrediente popolare nella cucina egiziana, così come in molte altre ricette mediorientali. Sono una ricca fonte di fibre alimentari e proteine ​​e una porzione di ceci da una tazza contiene 94 percento dell'assunzione giornaliera raccomandata di manganese di una donna e del 74% per gli uomini. Il manganese favorisce la guarigione delle ferite e lo sviluppo osseo.

Pomodori

I pomodori fanno la loro comparsa in molti italiano piatti, e per una buona ragione: sono ricchi di antiossidanti, il che suggerisce che aiutano a prevenire il cancro. Sono anche ricchi di potassio e il consumo di alti livelli di potassio è associato a una diminuzione del 20% dei decessi, dice Medical News Today.

Curcuma

La curcuma è un ingrediente importante nelle ricette indiane al curry ed è anche usata per a varietà di disturbi, compresa l'artrosi. Secondo uno studio scritto su WebMD, la curcuma funziona anche per ridurre il dolore come l'ibuprofene.


3 Ricette One-Pot seriamente pigre da tutto il mondo

Per alcuni, cucinare in isolamento è stata un'occasione per mostrare quelle abilità culinarie, una forma di evasione in tempi difficili. Ma per altri, quel mojo culinario è andato perso all'inizio della pandemia, ed è stata una vera lotta.

Non sorprende che abbiamo raggiunto il picco di stanchezza pandemica: l'Organizzazione mondiale della sanità stima che il 60% soffra di letargia da blocco. E quando si tratta di cucinare, il pensiero di inventare tre pasti al giorno è l'ultima cosa a cui vuoi pensare, non importa se devi dare da mangiare anche ai tuoi figli. È qui che entrano in gioco i libri di cucina di Rukmini Iyer.

La sua serie "The Roasting Tin" contiene ricette per pasti in teglia, con una formula "tritare tutto, cuocere tutto nella stessa teglia e lasciare che sia il forno a fare il lavoro". L'idea è nata da ricette rielaborate e amate che ha cucinato con sua madre per essere meno laboriosa: "Volevo qualcosa di gustoso e fresco quando sono tornata a casa, ma non volevo stare in piedi", dice Iyer all'HuffPost Regno Unito .

"Era essenzialmente come, 'come posso avere una cena fresca senza dovermi alzare?'"

La sua ultima puntata, The Roasting Tin Around the World, è un accumulo di ricette che ha raccolto nel corso degli anni dai suoi viaggi di viaggio pre-Covid, tra cui Singapore, Sri Lanka, Indonesia, Vietnam e Stati Uniti.

"Quello che volevo ricreare era la sensazione di stupore che ho provato nel provare per la prima volta piatti dall'estero", spiega. "Ma, presentato in un modo che fosse accessibile per una facile cucina durante la settimana."

Iyer sembra aver decifrato il codice quando si tratta di cucinare pigramente in isolamento. "Sembra sciocco, ma la cosa più difficile è andare in cucina", dice. “C'è quasi un blocco mentale nell'alzarsi dal divano. e se riesci almeno ad arrivare fino al tagliere, allora è un buon punto di partenza.

“Si tratta di superare quella gobba motivazionale. Non c'è niente di sbagliato nel fare un panino con bastoncini di pesce e non dovremmo demonizzare noi stessi. Ci aspettiamo troppo e in questo modo ci prepariamo alla delusione".

Un modo per combattere il mal di cucina è pianificare i pasti, dice. Risparmierà tempo, denaro e preverrà lo spreco di cibo, ed è una buona opportunità per provare qualcosa di nuovo. "Per la prima volta, mi sono davvero dedicato alla pianificazione dei pasti", afferma Iyer.

“Abbiamo una lavagna, facciamo una lista settimanale e mettiamo una pila di libri da cui ho intenzione di cucinare sul tavolo da leggere la domenica.

Per aiutarti a scavalcare quel muro di cucina che hai colpito, ecco tre ricette dell'ultimo libro di cucina di Iyer per farti ispirare in cucina.


3 Ricette One-Pot seriamente pigre da tutto il mondo

Per alcuni, la cucina in isolamento è stata un'occasione per mostrare quelle abilità culinarie, una forma di evasione in tempi difficili. Ma per altri, quel mojo culinario è andato perso all'inizio della pandemia, ed è stata una vera lotta.

Non sorprende che abbiamo raggiunto il picco di affaticamento da pandemia: l'Organizzazione mondiale della sanità stima che il 60% soffra di letargia del blocco. E quando si tratta di cucinare, il pensiero di inventare tre pasti al giorno è l'ultima cosa a cui vuoi pensare, non importa se devi dare da mangiare anche ai tuoi figli. È qui che entrano in gioco i libri di cucina di Rukmini Iyer.

La sua serie "The Roasting Tin" contiene ricette per pasti in teglia, con una formula "tritare tutto, cuocere tutto nella stessa teglia e lasciare che sia il forno a fare il lavoro". L'idea è nata da ricette rielaborate e amate che ha cucinato con sua madre per essere meno laboriosa: "Volevo qualcosa di gustoso e fresco quando sono tornata a casa, ma non volevo stare in piedi", dice Iyer all'HuffPost Regno Unito .

"Era essenzialmente come, 'come posso avere una cena fresca senza dovermi alzare?'"

La sua ultima puntata, The Roasting Tin Around the World, è un accumulo di ricette che ha raccolto nel corso degli anni dai suoi viaggi di viaggio pre-Covid, tra cui Singapore, Sri Lanka, Indonesia, Vietnam e Stati Uniti.

"Quello che volevo ricreare era la sensazione di stupore che ho provato nel provare per la prima volta piatti dall'estero", spiega. "Ma, presentato in un modo che fosse accessibile per una facile cucina durante la settimana."

Iyer sembra aver decifrato il codice quando si tratta di cucinare pigramente in isolamento. "Sembra sciocco, ma la cosa più difficile è andare in cucina", dice. “C'è quasi un blocco mentale nell'alzarsi dal divano. e se riesci almeno ad arrivare fino al tagliere, allora è un buon punto di partenza.

“Si tratta di superare quella gobba motivazionale. Non c'è niente di sbagliato nel fare un panino con bastoncini di pesce e non dovremmo demonizzare noi stessi. Ci aspettiamo troppo e in questo modo ci prepariamo alla delusione".

Un modo per combattere il mal di cucina è pianificare i pasti, dice. Risparmierà tempo, denaro e preverrà lo spreco di cibo, ed è una buona opportunità per provare qualcosa di nuovo. "Per la prima volta, mi sono davvero dedicato alla pianificazione dei pasti", afferma Iyer.

“Abbiamo una lavagna, facciamo una lista settimanale e mettiamo una pila di libri da cui ho intenzione di cucinare sul tavolo da leggere la domenica.

Per aiutarti a scavalcare quel muro di cucina che hai colpito, ecco tre ricette dell'ultimo libro di cucina di Iyer per farti ispirare in cucina.


3 ricette one-pot seriamente pigre da tutto il mondo

Per alcuni, la cucina in isolamento è stata un'occasione per mostrare quelle abilità culinarie, una forma di evasione in tempi difficili. Ma per altri, quel mojo culinario è andato perso all'inizio della pandemia, ed è stata una vera lotta.

Non sorprende che abbiamo raggiunto il picco di affaticamento da pandemia: l'Organizzazione mondiale della sanità stima che il 60% soffra di letargia del blocco. E quando si tratta di cucinare, il pensiero di inventare tre pasti al giorno è l'ultima cosa a cui vuoi pensare, non importa se devi dare da mangiare anche ai tuoi figli. È qui che entrano in gioco i libri di cucina di Rukmini Iyer.

La sua serie "The Roasting Tin" contiene ricette per pasti in teglia, con una formula "tritare tutto, cuocere tutto nella stessa teglia e lasciare che sia il forno a fare il lavoro". L'idea è nata da ricette rielaborate e amate che ha cucinato con sua madre per essere meno laboriosa: "Volevo qualcosa di gustoso e fresco quando sono tornata a casa, ma non volevo stare in piedi", dice Iyer all'HuffPost Regno Unito .

"Era essenzialmente come, 'come posso avere una cena fresca senza dovermi alzare?'"

La sua ultima puntata, The Roasting Tin Around the World, è un accumulo di ricette che ha raccolto nel corso degli anni dai suoi viaggi di viaggio pre-Covid, tra cui Singapore, Sri Lanka, Indonesia, Vietnam e Stati Uniti.

"Quello che volevo ricreare era la sensazione di stupore che ho provato nel provare per la prima volta piatti dall'estero", spiega. "Ma, presentato in un modo che fosse accessibile per una facile cucina durante la settimana."

Iyer sembra aver decifrato il codice quando si tratta di cucinare pigramente in isolamento. "Sembra sciocco, ma la cosa più difficile è andare in cucina", dice. “C'è quasi un blocco mentale nell'alzarsi dal divano. e se riesci almeno ad arrivare fino al tagliere, allora è un buon punto di partenza.

“Si tratta di superare quella gobba motivazionale. Non c'è niente di sbagliato nel fare un panino con bastoncini di pesce e non dovremmo demonizzare noi stessi. Ci aspettiamo troppo e in questo modo ci prepariamo alla delusione".

Un modo per combattere il mal di cucina è pianificare i pasti, dice. Risparmierà tempo, denaro e preverrà lo spreco di cibo, ed è una buona opportunità per provare qualcosa di nuovo. "Per la prima volta, mi sono davvero dedicato alla pianificazione dei pasti", afferma Iyer.

“Abbiamo una lavagna, facciamo una lista settimanale e mettiamo una pila di libri da cui ho intenzione di cucinare sul tavolo da leggere la domenica.

Per aiutarti a scavalcare quel muro di cucina che hai colpito, ecco tre ricette dell'ultimo libro di cucina di Iyer per farti ispirare in cucina.


3 ricette one-pot seriamente pigre da tutto il mondo

Per alcuni, cucinare in isolamento è stata un'occasione per mostrare quelle abilità culinarie, una forma di evasione in tempi difficili. Ma per altri, quel mojo culinario è andato perso all'inizio della pandemia, ed è stata una vera lotta.

Non sorprende che abbiamo raggiunto il picco di affaticamento da pandemia: l'Organizzazione mondiale della sanità stima che il 60% soffra di letargia del blocco. E quando si tratta di cucinare, il pensiero di inventare tre pasti al giorno è l'ultima cosa a cui vuoi pensare, non importa se devi dare da mangiare anche ai tuoi figli. È qui che entrano in gioco i libri di cucina di Rukmini Iyer.

La sua serie "The Roasting Tin" contiene ricette per pasti in teglia, con una formula "tritare tutto, cuocere tutto nella stessa teglia e lasciare che sia il forno a fare il lavoro". L'idea è nata da ricette rielaborate e molto amate che ha cucinato con sua madre per ridurre la fatica - "Volevo qualcosa di gustoso e fresco quando sono tornata a casa, ma non volevo stare in piedi", dice Iyer all'HuffPost Regno Unito .

"Era essenzialmente come, 'come posso avere una cena fresca senza dovermi alzare?'"

La sua ultima puntata, The Roasting Tin Around the World, è un accumulo di ricette che ha raccolto nel corso degli anni dai suoi viaggi di viaggio pre-Covid, tra cui Singapore, Sri Lanka, Indonesia, Vietnam e Stati Uniti.

"Quello che volevo ricreare era la sensazione di stupore che ho provato nel provare per la prima volta piatti dall'estero", spiega. "Ma, presentato in un modo che fosse accessibile per una facile cucina durante la settimana."

Iyer sembra aver decifrato il codice quando si tratta di cucinare pigramente in isolamento. "Sembra sciocco, ma la cosa più difficile è andare in cucina", dice. “C'è quasi un blocco mentale nell'alzarsi dal divano. e se riesci almeno ad arrivare fino al tagliere, allora è un buon punto di partenza.

“Si tratta di superare quella gobba motivazionale. Non c'è niente di sbagliato nel fare un panino con bastoncini di pesce e non dovremmo demonizzare noi stessi. Ci aspettiamo troppo e in questo modo ci prepariamo alla delusione".

Un modo per combattere il mal di cucina è pianificare i pasti, dice. Risparmierà tempo, denaro e preverrà lo spreco di cibo, ed è una buona opportunità per provare qualcosa di nuovo. "Per la prima volta, mi sono davvero dedicato alla pianificazione dei pasti", afferma Iyer.

“Abbiamo una lavagna, facciamo una lista settimanale e mettiamo una pila di libri da cui ho intenzione di cucinare sul tavolo da leggere la domenica.

Per aiutarti a scavalcare quel muro di cucina che hai colpito, ecco tre ricette dell'ultimo libro di cucina di Iyer per farti ispirare in cucina.


3 ricette one-pot seriamente pigre da tutto il mondo

Per alcuni, cucinare in isolamento è stata un'occasione per mostrare quelle abilità culinarie, una forma di evasione in tempi difficili. Ma per altri, quel mojo culinario è andato perso all'inizio della pandemia, ed è stata una vera lotta.

Non sorprende che abbiamo raggiunto il picco di affaticamento da pandemia: l'Organizzazione mondiale della sanità stima che il 60% soffra di letargia del blocco. E quando si tratta di cucinare, il pensiero di inventare tre pasti al giorno è l'ultima cosa a cui vuoi pensare, non importa se devi dare da mangiare anche ai tuoi figli. È qui che entrano in gioco i libri di cucina di Rukmini Iyer.

La sua serie "The Roasting Tin" contiene ricette per pasti in teglia, con una formula "tritare tutto, cuocere tutto nella stessa teglia e lasciare che sia il forno a fare il lavoro". L'idea è nata da ricette rielaborate e amate che ha cucinato con sua madre per essere meno laboriosa: "Volevo qualcosa di gustoso e fresco quando sono tornata a casa, ma non volevo stare in piedi", dice Iyer all'HuffPost Regno Unito .

"Era essenzialmente come, 'come posso avere una cena fresca senza dovermi alzare?'"

La sua ultima puntata, The Roasting Tin Around the World, è un accumulo di ricette che ha raccolto nel corso degli anni dai suoi viaggi di viaggio pre-Covid, tra cui Singapore, Sri Lanka, Indonesia, Vietnam e Stati Uniti.

"Quello che volevo ricreare era la sensazione di stupore che ho provato nel provare per la prima volta piatti dall'estero", spiega. "Ma, presentato in un modo che fosse accessibile per una facile cucina durante la settimana."

Iyer sembra aver decifrato il codice quando si tratta di cucinare pigramente in isolamento. "Sembra sciocco, ma la cosa più difficile è andare in cucina", dice. “C'è quasi un blocco mentale nell'alzarsi dal divano. e se riesci almeno ad arrivare fino al tagliere, allora è un buon punto di partenza.

“Si tratta di superare quella gobba motivazionale. Non c'è niente di sbagliato nel fare un panino con bastoncini di pesce e non dovremmo demonizzare noi stessi. Ci aspettiamo troppo e in questo modo ci prepariamo alla delusione".

Un modo per combattere il mal di cucina è pianificare i pasti, dice. Risparmierà tempo, denaro e preverrà lo spreco di cibo, ed è una buona opportunità per provare qualcosa di nuovo. "Per la prima volta, mi sono davvero dedicato alla pianificazione dei pasti", afferma Iyer.

“Abbiamo una lavagna, facciamo una lista settimanale e mettiamo una pila di libri da cui ho intenzione di cucinare sul tavolo da leggere la domenica.

Per aiutarti a scavalcare quel muro di cucina che hai colpito, ecco tre ricette dell'ultimo libro di cucina di Iyer per farti ispirare in cucina.


3 ricette one-pot seriamente pigre da tutto il mondo

Per alcuni, la cucina in isolamento è stata un'occasione per mostrare quelle abilità culinarie, una forma di evasione in tempi difficili. Ma per altri, quel mojo culinario è andato perso all'inizio della pandemia, ed è stata una vera lotta.

Non sorprende che abbiamo raggiunto il picco di stanchezza pandemica: l'Organizzazione mondiale della sanità stima che il 60% soffra di letargia da blocco. E quando si tratta di cucinare, il pensiero di inventare tre pasti al giorno è l'ultima cosa a cui vuoi pensare, non importa se devi dare da mangiare anche ai tuoi figli. È qui che entrano in gioco i libri di cucina di Rukmini Iyer.

La sua serie "The Roasting Tin" contiene ricette per pasti in teglia, con una formula "tritare tutto, cuocere tutto nella stessa teglia e lasciare che sia il forno a fare il lavoro". L'idea è nata da ricette rielaborate e amate che ha cucinato con sua madre per essere meno laboriosa: "Volevo qualcosa di gustoso e fresco quando sono tornata a casa, ma non volevo stare in piedi", dice Iyer all'HuffPost Regno Unito .

"Era essenzialmente come, 'come posso avere una cena fresca senza dovermi alzare?'"

La sua ultima puntata, The Roasting Tin Around the World, è un accumulo di ricette che ha raccolto nel corso degli anni dai suoi viaggi di viaggio pre-Covid, tra cui Singapore, Sri Lanka, Indonesia, Vietnam e Stati Uniti.

"Quello che volevo ricreare era la sensazione di stupore che ho provato nel provare per la prima volta piatti dall'estero", spiega. "Ma, presentato in un modo che fosse accessibile per una facile cucina durante la settimana."

Iyer sembra aver decifrato il codice quando si tratta di cucinare pigramente in isolamento. "Sembra sciocco, ma la cosa più difficile è andare in cucina", dice. “C'è quasi un blocco mentale nell'alzarsi dal divano. e se riesci almeno ad arrivare fino al tagliere, allora è un buon punto di partenza.

“Si tratta di superare quella gobba motivazionale. Non c'è niente di sbagliato nel fare un panino con bastoncini di pesce e non dovremmo demonizzare noi stessi. Ci aspettiamo troppo e in questo modo ci prepariamo alla delusione".

Un modo per combattere il mal di cucina è pianificare i pasti, dice. Risparmierà tempo, denaro e preverrà lo spreco di cibo, ed è una buona opportunità per provare qualcosa di nuovo. "Per la prima volta, mi sono davvero dedicato alla pianificazione dei pasti", afferma Iyer.

“Abbiamo una lavagna, facciamo una lista settimanale e mettiamo una pila di libri da cui ho intenzione di cucinare sul tavolo da leggere la domenica.

Per aiutarti a scavalcare quel muro di cucina che hai colpito, ecco tre ricette dell'ultimo libro di cucina di Iyer per farti ispirare in cucina.


3 ricette one-pot seriamente pigre da tutto il mondo

Per alcuni, cucinare in isolamento è stata un'occasione per mostrare quelle abilità culinarie, una forma di evasione in tempi difficili. Ma per altri, quel mojo culinario è andato perso all'inizio della pandemia, ed è stata una vera lotta.

Non sorprende che abbiamo raggiunto il picco di affaticamento da pandemia: l'Organizzazione mondiale della sanità stima che il 60% soffra di letargia del blocco. E quando si tratta di cucinare, il pensiero di inventare tre pasti al giorno è l'ultima cosa a cui vuoi pensare, non importa se devi dare da mangiare anche ai tuoi figli. È qui che entrano in gioco i libri di cucina di Rukmini Iyer.

La sua serie "The Roasting Tin" contiene ricette per pasti in teglia, con una formula "tritare tutto, cuocere tutto nella stessa teglia e lasciare che sia il forno a fare il lavoro". L'idea è nata da ricette rielaborate e amate che ha cucinato con sua madre per essere meno laboriosa: "Volevo qualcosa di gustoso e fresco quando sono tornata a casa, ma non volevo stare in piedi", dice Iyer all'HuffPost Regno Unito .

"Era essenzialmente come, 'come posso avere una cena fresca senza dovermi alzare?'"

La sua ultima puntata, The Roasting Tin Around the World, è un accumulo di ricette che ha raccolto nel corso degli anni dai suoi viaggi di viaggio pre-Covid, tra cui Singapore, Sri Lanka, Indonesia, Vietnam e Stati Uniti.

"Quello che volevo ricreare era la sensazione di stupore che ho provato nel provare per la prima volta piatti dall'estero", spiega. "Ma, presentato in un modo che fosse accessibile per una facile cucina durante la settimana."

Iyer sembra aver decifrato il codice quando si tratta di cucinare pigramente in isolamento. "Sembra sciocco, ma la cosa più difficile è andare in cucina", dice. “C'è quasi un blocco mentale nell'alzarsi dal divano. e se riesci almeno ad arrivare fino al tagliere, allora è un buon punto di partenza.

“Si tratta di superare quella gobba motivazionale. Non c'è niente di sbagliato nel fare un panino con bastoncini di pesce e non dovremmo demonizzare noi stessi. Ci aspettiamo troppo e in questo modo ci prepariamo alla delusione".

Un modo per combattere il mal di cucina è pianificare i pasti, dice. Risparmierà tempo, denaro e preverrà lo spreco di cibo, ed è una buona opportunità per provare qualcosa di nuovo. "Per la prima volta, mi sono davvero dedicato alla pianificazione dei pasti", afferma Iyer.

“Abbiamo una lavagna, facciamo una lista settimanale e mettiamo una pila di libri da cui ho intenzione di cucinare sul tavolo da leggere la domenica.

Per aiutarti a scavalcare quel muro di cucina che hai colpito, ecco tre ricette dell'ultimo libro di cucina di Iyer per farti ispirare in cucina.


3 ricette one-pot seriamente pigre da tutto il mondo

Per alcuni, cucinare in isolamento è stata un'occasione per mostrare quelle abilità culinarie, una forma di evasione in tempi difficili. Ma per altri, quel mojo culinario è andato perso all'inizio della pandemia, ed è stata una vera lotta.

Non sorprende che abbiamo raggiunto il picco di affaticamento da pandemia: l'Organizzazione mondiale della sanità stima che il 60% soffra di letargia del blocco. E quando si tratta di cucinare, il pensiero di inventare tre pasti al giorno è l'ultima cosa a cui vuoi pensare, non importa se devi dare da mangiare anche ai tuoi figli. È qui che entrano in gioco i libri di cucina di Rukmini Iyer.

La sua serie "The Roasting Tin" contiene ricette per pasti in teglia, con una formula "tritare tutto, cuocere tutto nella stessa teglia e lasciare che sia il forno a fare il lavoro". L'idea è nata da ricette rielaborate e molto amate che ha cucinato con sua madre per ridurre la fatica - "Volevo qualcosa di gustoso e fresco quando sono tornata a casa, ma non volevo stare in piedi", dice Iyer all'HuffPost Regno Unito .

"Era essenzialmente come, 'come posso avere una cena fresca senza dovermi alzare?'"

La sua ultima puntata, The Roasting Tin Around the World, è un accumulo di ricette che ha raccolto nel corso degli anni dai suoi viaggi di viaggio pre-Covid, tra cui Singapore, Sri Lanka, Indonesia, Vietnam e Stati Uniti.

"Quello che volevo ricreare era la sensazione di stupore che ho provato nel provare per la prima volta piatti dall'estero", spiega. "Ma, presentato in un modo che fosse accessibile per una facile cucina durante la settimana."

Iyer sembra aver decifrato il codice quando si tratta di cucinare pigramente in isolamento. "Sembra sciocco, ma la cosa più difficile è andare in cucina", dice. “C'è quasi un blocco mentale nell'alzarsi dal divano. e se riesci almeno ad arrivare fino al tagliere, allora è un buon punto di partenza.

“Si tratta di superare quella gobba motivazionale. Non c'è niente di sbagliato nel fare un panino con bastoncini di pesce e non dovremmo demonizzare noi stessi. Ci aspettiamo troppo e in questo modo ci prepariamo alla delusione".

Un modo per combattere il mal di cucina è pianificare i pasti, dice. Risparmierà tempo, denaro e preverrà lo spreco di cibo, ed è una buona opportunità per provare qualcosa di nuovo. "Per la prima volta, mi sono davvero dedicato alla pianificazione dei pasti", afferma Iyer.

“Abbiamo una lavagna, facciamo una lista settimanale e mettiamo una pila di libri da cui ho intenzione di cucinare sul tavolo da leggere la domenica.

Per aiutarti a scavalcare quel muro di cucina che hai colpito, ecco tre ricette dell'ultimo libro di cucina di Iyer per farti ispirare in cucina.


3 ricette one-pot seriamente pigre da tutto il mondo

Per alcuni, cucinare in isolamento è stata un'occasione per mostrare quelle abilità culinarie, una forma di evasione in tempi difficili. Ma per altri, quel mojo culinario è andato perso all'inizio della pandemia, ed è stata una vera lotta.

Non sorprende che abbiamo raggiunto il picco di affaticamento da pandemia: l'Organizzazione mondiale della sanità stima che il 60% soffra di letargia del blocco. E quando si tratta di cucinare, il pensiero di inventare tre pasti al giorno è l'ultima cosa a cui vuoi pensare, non importa se devi dare da mangiare anche ai tuoi figli. È qui che entrano in gioco i libri di cucina di Rukmini Iyer.

La sua serie "The Roasting Tin" contiene ricette per pasti in teglia, con una formula "tritare tutto, cuocere tutto nella stessa teglia e lasciare che sia il forno a fare il lavoro". L'idea è nata da ricette rielaborate e amate che ha cucinato con sua madre per essere meno laboriosa: "Volevo qualcosa di gustoso e fresco quando sono tornata a casa, ma non volevo stare in piedi", dice Iyer all'HuffPost Regno Unito .

"Era essenzialmente come, 'come posso avere una cena fresca senza dovermi alzare?'"

La sua ultima puntata, The Roasting Tin Around the World, è un accumulo di ricette che ha raccolto nel corso degli anni dai suoi viaggi di viaggio pre-Covid, tra cui Singapore, Sri Lanka, Indonesia, Vietnam e Stati Uniti.

"Quello che volevo ricreare era la sensazione di stupore che ho provato nel provare per la prima volta piatti dall'estero", spiega. "Ma, presentato in un modo che fosse accessibile per una facile cucina durante la settimana."

Iyer sembra aver decifrato il codice quando si tratta di cucinare pigramente in isolamento. "Sembra sciocco, ma la cosa più difficile è andare in cucina", dice. “C'è quasi un blocco mentale nell'alzarsi dal divano. e se riesci almeno ad arrivare fino al tagliere, allora è un buon punto di partenza.

“Si tratta di superare quella gobba motivazionale. Non c'è niente di sbagliato nel fare un panino con bastoncini di pesce e non dovremmo demonizzare noi stessi. Ci aspettiamo troppo e in questo modo ci prepariamo alla delusione".

Un modo per combattere il mal di cucina è pianificare i pasti, dice. Risparmierà tempo, denaro e preverrà lo spreco di cibo, ed è una buona opportunità per provare qualcosa di nuovo. "Per la prima volta, mi sono davvero dedicato alla pianificazione dei pasti", afferma Iyer.

“Abbiamo una lavagna, facciamo una lista settimanale e mettiamo una pila di libri da cui ho intenzione di cucinare sul tavolo da leggere la domenica.

Per aiutarti a scavalcare quel muro di cucina che hai colpito, ecco tre ricette dell'ultimo libro di cucina di Iyer per farti ispirare in cucina.


3 ricette one-pot seriamente pigre da tutto il mondo

Per alcuni, cucinare in isolamento è stata un'occasione per mostrare quelle abilità culinarie, una forma di evasione in tempi difficili. Ma per altri, quel mojo culinario è andato perso all'inizio della pandemia, ed è stata una vera lotta.

Non sorprende che abbiamo raggiunto il picco di affaticamento da pandemia: l'Organizzazione mondiale della sanità stima che il 60% soffra di letargia del blocco. E quando si tratta di cucinare, il pensiero di inventare tre pasti al giorno è l'ultima cosa a cui vuoi pensare, non importa se devi dare da mangiare anche ai tuoi figli. È qui che entrano in gioco i libri di cucina di Rukmini Iyer.

La sua serie "The Roasting Tin" contiene ricette per pasti in teglia, con una formula "tritare tutto, cuocere tutto nella stessa teglia e lasciare che sia il forno a fare il lavoro". L'idea è nata da ricette rielaborate e amate che ha cucinato con sua madre per essere meno laboriosa: "Volevo qualcosa di gustoso e fresco quando sono tornata a casa, ma non volevo stare in piedi", dice Iyer all'HuffPost Regno Unito .

"Era essenzialmente come, 'come posso avere una cena fresca senza dovermi alzare?'"

La sua ultima puntata, The Roasting Tin Around the World, è un accumulo di ricette che ha raccolto nel corso degli anni dai suoi viaggi di viaggio pre-Covid, tra cui Singapore, Sri Lanka, Indonesia, Vietnam e Stati Uniti.

"Quello che volevo ricreare era la sensazione di stupore che ho provato nel provare per la prima volta piatti dall'estero", spiega. "Ma, presentato in un modo che fosse accessibile per una facile cucina durante la settimana."

Iyer sembra aver decifrato il codice quando si tratta di cucinare pigramente in isolamento. "Sembra sciocco, ma la cosa più difficile è andare in cucina", dice. “C'è quasi un blocco mentale nell'alzarsi dal divano. e se riesci almeno ad arrivare fino al tagliere, allora è un buon punto di partenza.

“Si tratta di superare quella gobba motivazionale. Non c'è niente di sbagliato nel fare un panino con bastoncini di pesce e non dovremmo demonizzare noi stessi. Ci aspettiamo troppo e in questo modo ci prepariamo alla delusione".

Un modo per combattere il mal di cucina è pianificare i pasti, dice. Risparmierà tempo, denaro e preverrà lo spreco di cibo, ed è una buona opportunità per provare qualcosa di nuovo. "Per la prima volta, mi sono davvero dedicato alla pianificazione dei pasti", afferma Iyer.

“Abbiamo una lavagna, facciamo una lista settimanale e mettiamo una pila di libri da cui ho intenzione di cucinare sul tavolo da leggere la domenica.

Per aiutarti a scavalcare quel muro di cucina che hai colpito, ecco tre ricette dell'ultimo libro di cucina di Iyer per farti ispirare in cucina.


Guarda il video: LA FANTASTICA PATATA DOLCE: UN SUPERFOOD (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Beagan

    Informazioni straordinariamente ottime

  2. Payat

    Dove sei così tanto tempo?

  3. Obadiah

    Meraviglioso, questa è un'opinione divertente

  4. Zologul

    Che pensiero astratto



Scrivi un messaggio